Comune di Lusia

Una scuola che tende all'avanguardia

Pubblicata il 13/01/2021

La scuola riapre i battenti, o forse no. In questo momento che pare ancor più complicato dell’inizio dell’anno scolastico, l’amministrazione comunale di Lusia, ha deciso di puntare ancora sugli investimenti sulla scuola. Il nuovo polo scolastico La Fenice, che accoglie i tre ordini di scuole, Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, inaugurato poco più di un anno fa, continua ad essere infatti oggetto di interesse e priorità per l’intera Giunta, allo scopo di assicurare agli alunni le migliori opportunità formative, in un contesto in continuo rinnovamento.

Ecco allora, su idea del Sindaco Luca Prando, la scelta di dotare di strumenti tecnologici di ultima generazione tutte le classi della scuola secondaria e di classe quinta primaria; schermi touch screen e lavagne interattive, supportate da wifi su tutto il polo scolastico, permetteranno nuove e più complete modalità di didattica a distanza, con la possibilità di collegamento tramite telecamere che faranno vivere l’ambiente scolastico anche agli alunni che per diversi motivi fossero confinati a casa. Non solo didattica a distanza causa Covid, ma anche opportunità per quei ragazzi che, assenti per malattie o infortuni, saranno messi in condizione di poter interagire con i propri insegnanti e i compagni di classe. In questi giorni è stata completata l’installazione e partirà a breve la formazione per i docenti coinvolti, perché, a strumenti all’avanguardia corrisponda una adeguata preparazione e padronanza di utilizzo, concordano la Dirigente Scolastica Dott.ssa Laura Riviello e l’Assessore all’Istruzione Lorella Battistella. Il desiderio della scuola di Lusia è di diventare un polo di eccellenza, e la tecnologia scelta pone le basi per aderire al circuito delle cosiddette “Avanguardie educative”, composto da Scuole ed Istituti di tutta Italia, che hanno fatto una precisa scelta formativa, sposando innovazione e qualità, tecnologia e metodologie didattiche accattivanti ed innovative.

A questo proposito, è stato rimandato a tempo debito, la visita per un confronto, e magari un vero e proprio gemellaggio, con istituti che già hanno iniziato questo percorso, e l’amministrazione si è resa disponibile ad un confronto aperto con la Dirigente Scolastica e il corpo docente, per proseguire sulla strada appena intrapresa, cercando insieme soluzioni, proposte e novità per ampliare e differenziare sempre più l’offerta formativa. In questo momento, periodo di iscrizioni per il prossimo anno scolastico, le famiglie avranno dunque qualche argomento in più su cui riflettere per orientarsi nella scelta della scuola per i propri figli, optando per soluzioni già conosciute, o, invece, aderendo a un progetto didattico di certo maggiormente innovativo e stimolante.


Facebook Twitter